Coprifuoco alle 22, Ordine dei Consulenti del Lavoro di Venezia: “Necessario annullare progressivamente la misura per salvare la stagione estiva”

0

“La sola notizia della proroga del coprifuoco alle 22 fino a luglio ha provocato migliaia di disdette di prenotazioni nelle maggiori spiagge del litorale Veneto. È necessario intervenire con il progressivo annullamento di questa misura: solo in questo modo si potrà salvare la stagione estiva”. Ad annunciarlo la presidente dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Venezia, Patrizia Gobat.

Con l’occasione i consulenti del lavoro veneziani fanno il punto sulle riaperture, chiedendo di allentare le maglie per permettere alle imprese di lavorare. “È evidente che lo Stato non ha le risorse necessarie per sostenere le aziende chiuse per decreto – sottolinea Gobat -. Pertanto si deve consentire loro di aprire con il rispetto dei protocolli di sicurezza già utilizzati lo scorso anno, per adeguarsi ai quali gli imprenditori hanno speso molte risorse”.

Sul fronte del lavoro, resta il nodo del blocco dei licenziamenti e della proroga della cassa integrazione. “Stanno ‘drogando’ il mercato del lavoro – avverte la presidente -. L’incertezza delle norme sul lavoro che si accavallano e, a volte, si contraddicono rendono molto difficile districarsi in questo labirinto. Abbiamo assolutamente bisogno di semplificazione e di chiarezza. E soprattutto di riprogettare il nostro futuro”.

“Da non sottovalutare, infine, è la pressione psicologica su cittadini e imprese – conclude Gobat -. Dopo un anno di incertezza è a rischio la tenuta del tessuto sociale ed economico. Sarebbe un grave errore sottostimare le proteste civili della gente perbene”.

Comments are closed.